CODICE ETICO ALLENATORI

Codice etico per gli allenatori del BC79 Arbedo

Comportarsi in modo adeguato (rispetto, linguaggio adeguato,…) con giocatori, genitori, membri del BC79, giudici di gara (ufficiali al tavolo e arbitri).

Dare il massimo delle proprie possibilità, sempre nel rispetto dell’etica, nell’intento di favorire l’ottenimento degli obiettivi previsti della Società.

Favorire la crescita sportiva e personale degli atleti.

L’allenatore è soprattutto educatore!

Comportarsi in modo esemplare prima, durante e dopo le competizioni.

Trasmettere con entusiasmo i vari fondamentali della pallacanestro, più in generale, fare in modo che i giovani apprezzino le attività sportive svolte.

Mai dimenticare, anche negli allenamenti più seri e impegnativi, la serenità e il sorriso.

Essere propositivi e gratificanti.

Farsi rispettare ed essere punto di riferimento nell’organizzazione della stagione sportiva.

Comunicare ai propri giocatori, eventuali assenze, portandone le motivazioni.

Creare un ambiente costruttivo e di dialogo fra i giocatori e fra giocatori edallenatore/i.

Avere cura e mantenere I’ordine delle attrezzature sportive di cui si fa uso.

Le sanzioni, che la Società può prendere nei confronti dell’atleta che non rispetta le regole del Codice Etico, a dipendenza della gravità, sono:

  • sospensione delle attività sportive (partecipazione a competizioni varie) in seno alla Società.
  • Multa
  • allontanamento a tempo indeterminato e/o definitivo dalla Società

Le sanzioni prese, possono essere combinate (sospensione e multa,…)