Tuscany FIMBA 2017

  • 11 luglio 2017

A Montecatini si sono svolti dal 30 giugno al 9 luglio i campionati mondiali di maxibasket, ovvero le categorie maschili e femminili che vanno dagli over 35 agli over 75, intercalati per ogni lustro.

Una squadra svizzera ha partecipato al campionato M40+, cioè categoria maschile over 40 anni.

Questa selezione ha giocato 6 partite, perdendo nettamente nel girone preliminare in entrata contro la fortissima Italia, che ha poi vinto il torneo, e battendo in seguito il Cile in un’autentica battaglia a livello fisico. Nelle partite per i piazzamenti finali la Suisse ha poi battuto nell’ordine il Messico e l’Ungheria, garantendosi così la certezza di giungere tra le prime 15 squadre su 32 partecipanti e lasciandosi alle spalle compagini quali la Russia ed il Brasile.

Le ultime due partite contro Germania e Polonia sono state molto intense e combattute fino al fischio finale, purtroppo la prestanza fisica delle due contendenti è stata predominante. A discapito dell’età si sono viste pregevoli azioni con qualche scena con patemi fisici e di equilibrio, tuttavia mai banali o patetici, anzi la voglia di vincere era insita in ogni singolo giocatore ed in tutte le squadre impegnate a vendere cara la propria pelle, ma sempre in modo leale e sportivo.

L’ambiente e l’atmosfera, soprattutto fuori dal campo, erano chiaramente di festa e di amicizia e ciò ha contribuito a stringere legami tra gente di qualsiasi parte del mondo. L’appuntamento è tra due anni a Espoo in Finlandia.

Nell’effettivo della squadra svizzera c’erano parecchi nomi legati al BC 79 Arbedo, oltre ai due coach Athos Ottini e Patrizio Maggetti, hanno giostrato i giocatori Sacha Lembo, Stefano Ferrari, Giorgio Romboli, Omar Ulrich e Simone Barbone. Da notare la presenza anche del presidente di Swissbasketball Giancarlo Sergi e del responsabile delle competizioni Gilles Delessert.

Hanno completato il roster Diego Censi, Matias Fernandes, Paolo Gregorio, Mario Pola, Ivano Pola, Alessandro Bassanini e Davide Tunesi.